Il Liceo delle Scienze Umane

Il Liceo delle Scienze Umane è nato con la riforma Gelmini della scuola superiore ed andrà gradualmente a sostituirsi al Liceo della Formazione. Il nuovo liceo è concepito come un percorso indirizzato allo studio delle teorie esplicative dei fenomeni collegati alla costruzione dell’identità personale e delle relazioni umane, con l’obiettivo di:
– guidare lo studente nell’approfondimento delle proprie conoscenze, sollecitando le competenze necessarie per cogliere la complessità e la specificità dei processi formativi;
– assicurare la padronanza dei linguaggi, delle metodologie e delle tecniche di indagine nel campo delle Scienze Umane;
– Fornire allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché egli si ponga, con atteggiamento razionale, creativo, progettuale e critico, di fronte alle sue molteplici manifestazioni;
– Garantire competenze adeguate al proseguimento degli studi di ordine superiore ma anche all’inserimento nella vita sociale e nel mondo del lavoro, rappresentando la base sicura per scelte personali coerenti con le capacità e le prerogative di ognuno.
Il Liceo delle Scienze Umane assume come materie caratterizzanti la psicologia, l’antropologia, la pedagogia, la sociologia, ovvero quei saperi che per statuto epistemologico affrontano e spiegano le dinamiche psicosociali e le traducono in fatti culturali. Pone al centro del percorso conoscitivo quei processi che hanno a che fare con la vita di relazione dalle forme più elementari alle più complesse, stimolando negli studenti l’attenzione per ogni alterità ed il rispetto di ciascun punto di vista.
Se la principale finalità di ogni liceo è quella di preparare i giovani ad affrontare gli studi universitari, questa scuola intende farlo dando loro una visione ampia della realtà e una disposizione mentale che li aiuti a spiegare e comprendere la trama del racconto umano con uno sguardo nuovo. Quello, per esempio, che ci offre la comprensione dei processi cognitivi che determinano l’apprendimento, dai primi input ambientali alle teorie più astratte. E’ quindi una lente orientata verso se stessi perché solo attraverso la conoscenza di sè è possibile compiere scelte consapevoli e cogliere in ogni nuovo stimolo un’occasione autentica di crescita personale.
Il Liceo delle Scienze Umane è inoltre un fatto nuovo all’interno del panorama dell’ Istruzione Pubblica perchè affronta lo studio della cultura in una prospettiva non solo storica, osservando e ricercando “sul campo” le coordinate per comprendere la realtà. Il fine ultimo del Liceo è infatti, proprio quello di dare ad ogni giovane che lo frequenta gli strumenti per leggere il nostro tempo, senza subirne la complessità o rassegnarsi alle sue contraddizioni. Un luogo in cui le conoscenze potranno tradursi in consapevolezza e le competenze degli studenti, oltre il perimetro dell’esperienza scolastica, in strumenti per capire e scegliere verso quale progetto orientare il proprio futuro.
Quadro orario

1 anno 2 anno  3 anno 4 anno 5 anno
Lingua e letteratura italiana 4 4 4 4 4
Lingua e cultura latina 3 3 2 2 2
Storia e geografia 3 3
Storia 2 2 2
Filosofia 3 3 3
Scienze Umane* 4 4 5 5 5
Diritto ed Economia 2 2
Lingua e cultura straniera 3 3 3 3 3
Matematica** 3 3 2 2 2
Fisica 2 2 2
Scienze Naturali *** 2 2 2 2 2
Storia dell’arte 2 2 2
Scienze motorie e sportive 2 2 2 2 2
Religione cattolica o attività alternativa 1 1 1 1 1

* Antropologia, Pedagogia, Psicologia, Sociologia
** Con Informatica al primo biennio
*** Biologia, Chimica, Scienze della Terra